Ieri è esperienza, domani è speranza. Oggi è passare dall'una all'altra come meglio possiamo
Logo Csv Vicenza
Username:    Password:   


News / del: 06 febbraio 2017 - 17:36
FORMAZIONE 2017

 
Seconde proposte formative per l'anno 2017
Scegli quelle che ritieni più interessanti


La Riforma del Terzo Settore prevede una serie di profondi cambiamenti per il non profit. Associazioni di volontariato, di promozione sociale, cooperative e imprese sociali devono acquisire nuovi strumenti e conoscenze per gestire al meglio tali trasformazioni. In questa ottica il CSV di Vicenza propone alcuni percorsi formativi innovativi finalizzati al conseguimento di nuove competenze e capacità da parte di chi opera nel Terzo Settore.

Si invitano pertanto i volontari a manifestare la loro preferenza cliccando sulla/e proposta/e formative di maggiore interesse e compilando per ciascuna l'apposito form entro il 19 febbraio 2017.

Le manifestazioni di interesse non sono da intendersi come iscrizioni effettive ma serviranno al CSV nella scelta dei corsi da organizzare nel 2017.


LA RACCOLTA FONDI ONLINE E LA COMUNICAZIONE ORIENTATA AL FUNDRAISING
Internet offre una preziosa opportunità per le organizzazioni non profit di utilizzare nuovi canali e strumenti per il coinvolgimento dei donatori. La chiave per la massimizzazione dell'efficacia comunicativa risiede in una corretta pianificazione strategica delle attività e nella costruzione di sinergie tra gli strumenti online e quelli offline.

Obiettivi
- Pianificazione strategica e integrazione della comunicazione on-line e offline
- Costruire un sito web efficace e fundraising oriented
- Utilizzare l'e-mail come nuovo canale di comunicazione con il donatore
- Utilizzare le petizioni online per generare coinvolgimento e database building
- Partecipare ai social network per consolidare le relazioni con il donatore
- Imparare ad ascoltare e monitorare il web

Laboratori
- Il Social Media Game consiste in una simulazione in gruppo di una strategia di comunicazione e fundraising online per realtà non profit.

Clicca per inviare la tua manifestazione di interesse>




NEURO-MARKETING ED EMOTIONAL FUNDRAISING
L'uomo è una macchina emotiva che pensa e non una macchina pensante che si emoziona. Per questo motivo nel campo del marketing occorre sapere agire le leve dell'emotività per comprendere come, a volte, le decisioni personali appaiano irrazionali. Di fatto, oggi, le neuroscienze hanno dimostrato che il processo decisionale risponde a regole e principi assai diversi dalla razionalizzazione, meccanismo conoscitivo osannato dall'Età Moderna.

Obiettivi
- Introdurre le recenti scoperte delle neuroscienze applicate al marketing e al fundraising
- Comprendere come il nostro cervello - sia quando si tratta di acquistare un prodotto, sia quando facciamo una donazione o sottoscriviamo una petizione - decida in base ad alcune specifiche emozioni che si attivano in quella parte del cervello che si chiama sistema meso-lìmbico, la stessa che controlla il nostro battito cardiaco, supervisiona i ricordi e reagisce a stimoli e ricompense
- Definire perchè e come le emozioni guidano le nostre decisioni e che ruolo giocano quando decidiamo di sostenere o aderire a determinate cause o organizzazioni

Laboratori
- Presentazione e discussione su casi pratici ispirati alle ricerche e alle consulenze di neuro-marketing del laboratorio Behavior and Brain Lab dell'Università IULM

Clicca per inviare la tua manifestazione di interesse>




SOCIAL MEDIA PER IL NON PROFIT
Ideare una strategia per i Social Media nel Non profit, adattabile soprattutto a realtà organizzative di ridotte dimensioni, significa analizzare che cosa i potenziali donatori cercano online e di che cosa discutono. Conoscere la nascita delle Community virtuali e le tecniche per mantenere forte il legame con le persone vicine alla propria mission sociale consente di convolgerle attivamente e di spingerle a donare.

Obiettivi
- Imparare a gestire il posizionamento di un ente non profit e le aspettative dei suoi potenziali donatori
- Creare una community attraverso i Social che sia forte e coesa
- Analizzare la realtà in cui si muove un ente non profit per predisporre una strategia comunicativa vincente
- Conoscere gli strumenti di base offerti dai Social per ottenere risultati migliori e non disorientarsi di fronte alle molteplici possibilità offerte dal campo multimediale

Laboratori
- Definizione del posizionamento di un ente non profit
- Selezione delle parole chiave per intercettare il pubblico di riferimento
- Ideazione di una mini-strategia social-mediatica per un evento e/o un progetto sociale

Clicca per inviare la tua manifestazione di interesse>




DONOR EXPERIENCE: LA COSTUMER EXPERIENCE NEL NON PROFIT
L'esperienza dei donatori è un tema fondamentale per chi opera nel Non profit dove, più che altrove, le scelte sono guidate da logiche emotive oltrechè di business.

Obiettivi
- Presentazione di strategie di marketing
- Presentazione di strategie di vendita
- Definizione di valide modalità di interazione con i donatori e partner
- Centralità dell'utilizzo di feedback raccolti presso i donatori
- Valorizzazione e utilizzo delle informazioni nei database organizzativi

Laboratori
- Analisi delle decisioni d'acquisto
- Studio del comportamento irrazionale
- Catalogazione di esperienze positive, neutre, negative
- Confronto tra emozioni, percezioni e ricordi
- Trend dell'esperienza

Clicca per inviare la tua manifestazione di interesse>




STRUMENTI FINANZIARI PER IL NON PROFIT
Il Non profit può investire efficacemente e in maniera responsabile la liquidità in eccesso grazie a una serie di soluzioni che vanno dalla gestione del conto corrente alla pratica della finanza etica. è possibile infatti raccogliere finanziamenti tramite strumenti innovativi, coinvolgendo gli stakeholder e garantendo il rispetto della mission e della filosofia dell'ente cui si partecipa.

Obiettivi
- Presentare i principali strumenti finanziari utili per investire i risparmi e la liquidità degli enti non profit
- Analizzare il rapporto rischio/rendimento, la durata e liquidità degli investimenti, i mercati finanziari e la struttura degli strumenti finanziari

Laboratori
- Focus sui Social bond
- Proposta ed elaborazione di quesiti logico-operativi in materia finanziaria

Clicca per inviare la tua manifestazione di interesse>




SROI: CALCOLARE IL VALORE DI UN INVESTIMENTO E IL SUO IMPATTO SOCIALE
Lo SROI - Social Return on Investment è una metodologia di misurazione dei costi e benefici sociali, ambientali ed economici prodotti da un'attività o impresa sociale.

Obiettivi
- Presentazione dei vantaggi connessi all'applicazione SROI nei progetti sociali
- Comunicazione e valorizzazione dell'impatto prodotto da un servizio sociale attraverso l'implementazione SROI
- Massimizzazione del valore sociale prodotto da una Non profit attraverso l'applicazione SROI
- Presentazione di buone pratiche di implementazione SROI nel lavoro sociale

Laboratori
- Introduzione pratica e dettagliata al processo SROI
- Definizione di una mappa di impatto, pratica cruciale del processo SROI

Clicca per inviare la tua manifestazione di interesse>




PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE PER IL NON PROFIT
Quali positive contaminazioni può trarre il Non profit dall'acquisizione e utilizzo di strumenti di gestione interna mutuati dall'esperienza del mondo Profit? Introdurre concetti e sistemi di Budgeting e Reporting sui risultati economico finanziari della gestione rende le organizzazioni non profit maggiormente efficienti, senza tuttavia pregiudicarne il perseguimento della mission.

Obiettivi
- Conoscere gli elementi teorici del controllo di gestione e della predisposizione, attuazione e monitoraggio dei budget
- Analizzare l'assetto organizzativo dell'ente non profit ai fini delle responsabilità decisionali in materia di ricavi/costi
- Attribuire compiti e responsabilità in ordine ai risultati economico/patrimoniali/finanziari delle organizzazioni non profit
- Predisporre sistemi di Budgeting e Reporting di contenuta complessità
- Utilizzare i risultati dei Reporting per l'ottenimento di indicatori di efficienza e di efficacia

Laboratori
- Discussione e confronto intorno a concrete problematiche di valutazione dei ricavi/costi di specifiche attività organizzative
- Discussione e confronto intorno all'impostazione di strumenti organizzativi di distribuzione delle responsabilità gestionali

Clicca per inviare la tua manifestazione di interesse>




DESIGN E INNOVAZIONE DEI SERVIZI. CREARE NUOVI MODELLI GESTIONALI
Il Design al servizio di processi e progettualità del Non profit richiede pianificazione strategica, innovazione dei modelli gestionali e delle modalità comunicative. Sciogliendo questi nodi cruciali le organizzazioni non profit possono ridefinirsi, aumentare efficacia interna ed esterna, proporsi a nuovi mercati e interlocutori.

Obiettivi
- Conciliare Design e Terzo settore. Presentare l'innovazione design-driven, il metaprogetto e Design strategico e il Community-centered design
- Progettare il Design dei servizi per il welfare, disegnare i servizi noprofit/low-profit, utilizzare gli strumenti di co-progettazione e di valutazione

Laboratori
- Costruire un metaprogetto. Immaginare un nuovo servizio, identificare e proporsi in un nuovo segmento di mercato o verso nuovi interlocutori; lavorare sulle strategie di sviluppo dell'ente di appartenenza sul medio/lungo periodo
- Co-progettazione di un nuovo servizio. Ri-disegnare la struttura di un ente, programmare e realizzare un evento complesso; definire una strategia di comunicazione Cross-mediale, immaginare e strutturare azioni di Civicengagement per il fundraising

Clicca per inviare la tua manifestazione di interesse>




STRUMENTI DI RECRUITING E SELEZIONE DEL PERSONALE
Le attività di ricerca e selezione del personale nel settore non profit richiedono specifiche strategie per selezionare le figure professionali in grado di valorizzarlo.

Obiettivi
- Analisi dei ruoli e definizione del profilo da ricercare
- Utilizzo delle fonti e degli strumenti disponibili per la ricerca del personale (es. internet, società di ricerca, banche dati)
- Impostazione del colloquio di selezione secondo il metodo Star interview

Laboratori
- Redazione del profilo da ricercare: definire competenze tecniche e attitudinali
- Svolgimento e simulazione dell'intervista di reclutamento
- Valutazione del candidato

Clicca per inviare la tua manifestazione di interesse>




DAL NO PROFIT AL SOCIAL BUSINESS
Il riposizionamento del Non profit in nuove aree di intervento scaturisce dalla necessità di elaborare soluzioni più efficaci e tempestive ai bisogni sociali emergenti e dalla necessità di convogliare risorse finanziarie supplementari.

Obiettivi
- Apprendimento delle competenze base per redigere un Social business plan
- Approfondirmento della Social business initiative, un Piano d'azione europeo a sostegno dell'imprenditoria sociale
- Presentazione delle buone pratiche esistenti in Europa e degli strumenti utili da condividere

Laboratori
- Introduzione all'uso degli strumenti utili per integrare logiche imprenditoriali e modalità operative per il raggiungimento della mission sociale
- Simulazione della valutazione economico/finanziaria di un progetto di impresa sociale

Clicca per inviare la tua manifestazione di interesse>




STRUMENTI E TECNICHE DI EUROPROGETTAZIONE PER IL SOCIAL BUSINESS
Esplorazione dei molteplici aspetti che caratterizzano l'europrogettazione orientata al social business praticata da istituzioni pubbliche, enti di Terzo settore e altre organizzazioni di comunità.

Obiettivi
- Presentazione dei programmi e dei bandi nazionali/europei orientati a: Social business, Social entrepreneurship e Social innovation
- Strategia per l'elaborazione di una proposta progettuale con partenariato europeo
- Social business toolkit: strumenti e buone pratiche a supporto del social business

Laboratori
- Ricerca, analisi e catalogazione dei bandi di finanziamento europei
- Simulazione di scelta del bando di finanziamento ideale


Invia mail a un amico Stampa veloce
News / del: 27 gennaio 2017 - 13:49
CORSO DI FORMAZIONE PER LAVORATORI DOMESTICI
Volontariato in Rete Ente Gestore del CSV di Vicenza, in collaborazione con l'Associazione Promos, organizza un corso di formazione gratuito per lavoratori del settore domestico rivolto a Colf, Badanti, altre categorie di lavoratori del settore domestico in cerca di occupazione nel lavoro domestico.La durata del corso sarà di 40 ore e tratterà le seguenti tematiche: Servizi alla persona, Serviz domestici, Normative e contratti di lavoro domestico.

Venerdì 3 febbraio alle ore 16:00 presso la sede del CSV di Vicenza, in Contrà Mure San Rocco 37A, si terrà un incontro di presentazione del corso con la possibilità di iscriversi.

Attenzione: i posti per partecipare al corso sono limitati

Puoi confermare la tua presenza il giorno 3 febbraio cliccando qui






Invia mail a un amico Stampa veloce
News / del: 27 gennaio 2017 - 11:43
ISTAT - RILEVAZIONE CAMPIONARIA SULLE ISTITUZIONI NON PROFIT
È partita la rilevazione campionaria sulle Istituzioni del Non profit, che prevede la compilazione obbligatoria di un questionario che coinvolge circa  40 mila istituzioni  e si concluderà entro il 10 marzo 2017.

La rilevazione, che  consentirà di ottenere informazioni sulle realtà del terzo settore, è realizzata dall’Istat, Istituto Nazionale di Statistica, mediante l'invio postale o tramite posta elettronica certificata delle credenziali di accesso al questionario on line.


Sono coinvolte le istituzioni non profit,  dotate o meno di personalità giuridica, di natura privata, che producono beni e servizi destinabili o non destinabili alla vendita e che, in base alle leggi vigenti o a proprie norme statutarie, non hanno facoltà di distribuire, anche indirettamente, profitti o altri guadagni, diversi dalla remunerazione del lavoro prestato, ai soggetti che le hanno istituite o ai soci. Secondo tale definizione, sono esempi di istituzioni non profit: le associazioni (riconosciute e non riconosciute), le fondazioni, le cooperative sociali, i comitati , le organizzazioni non governative.


Allo scopo di facilitare la compilazione del questionario le associazioni di volontariato che hanno ricevuto dall’Istat la richiesta, verrà effettuato entro il mese di febbraio presso il nostro CSV un incontro informativo, della cui data sarà data prossima comunicazione.


Invia mail a un amico Stampa veloce
News / del: 27 gennaio 2017 - 11:41
NOVITA' SUL 5 PER MILLE
Il Decreto del 7 luglio 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.185 del 9 agosto 2016, stabilisce che a  partire dal 5 per mille 2017 l'elenco dei beneficiari del 2016 sarà di riferimento per i ministeri anche per gli anni successivi e pertanto non sarà più richiesto di inoltrare ogni anno nuova richiesta, ad eccezione di chi si iscrive per la prima volta e delle associazioni in cui è variato il legale rappresentante.

Al fine di continuare a beneficiare del 5 per mille anche per l’anno 2017  è necessario che permangano i requisiti richiesti dalla legge. Per le Associazioni di Volontariato è richiesto, pertanto,  che continuino ad essere iscritte regolarmente nei registri regionali.

Gli iscritti al 5 per mille sono inseriti in apposito elenco, integrato, aggiornato e pubblicato sul sito www.agenziaentrate.gov.it entro il 31 marzo di ciascun anno. In caso di variazione del legale rappresentante, dovrà essere inviata all’Agenzia delle Entrate entro il 20 maggio la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con indicata la data della nomina del nuovo legale rappresentante e la data di iscrizione dell’Ente alla ripartizione del contributo (si fa qui riferimento all'iscrizione telematica del 2016)

Gli Enti che intendono accedere al beneficio del 5 per mille per la prima volta nel 2017 dovranno procedere  all’iscrizione entro il 7 maggio.


Invia mail a un amico Stampa veloce
Vai a pagina  1 2 [3] 4 ... 80 81 82
Notizie dalle OdV







Social:

Twitter Visita il canale Youtube del CSV di Vicenza
Pinterest
Goole +
Linkedin Instagram




Links:

Co.Ge.


Regione Veneto

Provincia di Vicenza


CSV net
Clicca per accedere al Bando 2016

Clicca per accedere alla Formazione








Logo azioni Solidali






Suggerisci una notiziaLeggi la rassegna stampaControlla gli appuntamenti
Ente gestoreVolontariato in Rete
Federazione Provinciale di Vicenza

Ente Gestore CSV di VI
Via IV Novembre, 5 - 36010 Carrè (VI)

Sportelli Operativi:
VICENZA - Sede centrale: Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Vicenza
Contrà Mure San Rocco, 37/A
Orario apertura ufficio:
Lunedì: 9.00 - 13.00 - 14.30 - 18.00
Martedì: 9.00 - 13.00 - 14.30 - 18.00
Mercoledì: 9.00 - 13.00
Giovedì: 9.00 - 13.00 - 14.30 - 19.00
Venerdì: 9.00 - 13.00
Mercoledì/Venerdì pomeriggio e Sabato mattino solo su appuntamento

Asiago: presso Centro Giovanile - Via Matteotti n. 27
Bassano del Grappa: presso Servizi Sociali - Via Jacopo da Ponte 37
per consulenze il primo martedì del mese dalle ore 15,00 alle ore 19,00
Montecchio Maggiore: ex Scuola Pascoli - Via San Pio X
Schio: presso Informagiovani - Via Pasini 27
Orario informagiovani: lunedì mercoledì e giovedì dalle ore 15,00 alle ore 19,00 e mercoledì 10,00 - 13,00
Thiene: presso URBAN CENTER O.A.S.I. Europa - EURODESK PLD IT127
Comune di Thiene: Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili - Piazza Rossi, 26

Logo Csv Vicenza

Centro di Servizio per il Volontariato
della provincia di Vicenza
Contrà Mure San Rocco 37/A
36100 Vicenza
Tel. 0444 / 235308
Fax. 0444 / 528488
e-mail: info@csv-vicenza.org
volontariatoinretevicenza@pec.csv-vicenza.it
Sostenuto dalle Fondazioni di origine bancaria


© 2009 - 2017 Tutti i diritti riservati - Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Vicenza - privacy e cookie policy - accessibilità - mappa del sito