Cerca la risposta laddove ti è sorta la domanda
Logo Csv Vicenza
Username:    Password:   


News / del: 24 febbraio 2017 - 15:32
ISTITUZIONE DEL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE



Attuazione della delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale (decreto legislativo – esame definitivo).

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni, ha approvato in via definitiva il decreto legislativo che disciplina il servizio civile universale in attuazione della legge 6 giugno 2016, n. 106 relativo alla riforma del Terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale.


L’obiettivo del Governo è di rafforzare il servizio civile quale strumento di difesa non armata della Patria ai sensi degli artt. 11 e 52 della Costituzione, di educazione alla pace tra i popoli e di promozione dei valori fondativi della Repubblica.

Il provvedimento, tra l’altro, prevede ex lege la partecipazione al sistema dei cittadini dell’Unione europea e degli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia e tende a razionalizzare gli interventi di servizio civile universale attraverso la programmazione curata dallo Stato, che deve soddisfare i peculiari fabbisogni del Paese in linea con gli obiettivi del Governo, prevedendo interventi a favore dei giovani con minori opportunità e meccanismi di premialità a favore degli enti che realizzeranno interventi con l’impiego di questi giovani.

Con il decreto si definiscono le finalità del servizio civile universale, perseguite mediante programmi di intervento anche in specifiche aree territoriali, quali le città metropolitane, e in vari settori tra cui: assistenza, protezione civile, patrimonio ambientale e riqualificazione urbana, patrimonio storico, artistico e culturale, educazione e promozione culturale e dello sport, agricoltura in zona di montagna e sociale, biodiversità, promozione della pace tra i popoli, nonviolenza e difesa non armata, promozione e tutela dei diritti umani, cooperazione allo sviluppo, promozione della cultura italiana all’estero e sostegno alle comunità di italiani all’estero.

Il decreto, inoltre, definisce i ruoli e le competenze dei soggetti che partecipano alla realizzazione del servizio. Allo Stato sono attribuite le funzioni di programmazione, organizzazione e attuazione del servizio civile universale nonché l’accreditamento degli enti, le attività di controllo, verifica e valutazione del servizio civile universale. Le funzioni di programmazione sono svolte mediante la predisposizione del piano triennale, attuato con piani annuali che tengono conto del contesto nazionale ed internazionale, delle risorse economiche disponibili derivanti dal bilancio dello Stato, delle risorse comunitarie e di quelle rese disponibili da soggetti pubblici o privati. Le funzioni di controllo, verifica e valutazione sono effettuate mediante un controllo sulla gestione delle attività degli enti, una valutazione dei risultati dei programmi di intervento e verifiche ispettive sulle attività svolte dagli enti. Le Regioni e le Province autonome sono coinvolte dalla Presidenza del Consiglio dei ministri nella predisposizione del piano triennale e dei piani annuali e nella valutazione degli interventi di servizio civile universale negli ambiti di competenza e, inoltre, attuano programmi di servizio civile universale con risorse proprie, previa verifica del rispetto dei principi e delle finalità del servizio civile universale. I giovani volontari possono essere impegnati in interventi in Italia e all’estero.

Sono individuati gli Enti di servizio civile universale quali soggetti pubblici e privati che, iscritti presso un apposito Albo, articolato in distinte sezioni regionali, presentano i programmi di intervento e ne curano la realizzazione. Per i giovani operatori volontari viene introdotto un modello flessibile di servizio civile con una durata da modulare in base alle loro esigenze di vita e di lavoro (otto-dodici mesi).


È prevista la possibilità di definire criteri per il riconoscimento e la valorizzazione delle competenze acquisite dai giovani durante il periodo di servizio. In particolare, le Pubbliche Amministrazioni possono prevedere nei bandi di concorso quale titolo preferenziale anche lo svolgimento del servizio civile universale.


Agli operatori volontari impegnati in interventi da realizzarsi in Italia è offerta la possibilità di effettuare il servizio, per un periodo fino a tre mesi, in uno dei Paesi dell’Unione europea, al fine di rafforzare il senso di appartenenza all’Unione e di facilitare lo sviluppo di un sistema europeo di servizio civile, ovvero di usufruire di un tutoraggio finalizzato alla facilitazione dell’accesso al mercato del lavoro. Sono istituite la Consulta nazionale per il servizio civile universale e la Rappresentanza degli operatori volontari, a livello nazionale e regionale, quali organismi di confronto in ordine alle questioni concernenti l’attuazione del servizio civile universale.

Maggiori info:
http://www.governo.it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-12/6727



Invia mail a un amico Stampa veloce
Notizie dalle OdV







Social:

Twitter Visita il canale Youtube del CSV di Vicenza
Pinterest
Goole +
Linkedin Instagram




Links:

Co.Ge.


Regione Veneto

Provincia di Vicenza


CSV net
Clicca per accedere al Bando 2016

Clicca per accedere alla Formazione








Logo azioni Solidali






Suggerisci una notiziaLeggi la rassegna stampaControlla gli appuntamenti
Ente gestoreVolontariato in Rete
Federazione Provinciale di Vicenza

Ente Gestore CSV di VI
Via IV Novembre, 5 - 36010 Carrè (VI)

Sportelli Operativi:
VICENZA - Sede centrale: Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Vicenza
Contrà Mure San Rocco, 37/A
Orario apertura ufficio:
Lunedì: 9.00 - 13.00 - 14.30 - 18.00
Martedì: 9.00 - 13.00 - 14.30 - 18.00
Mercoledì: 9.00 - 13.00
Giovedì: 9.00 - 13.00 - 14.30 - 19.00
Venerdì: 9.00 - 13.00
Mercoledì/Venerdì pomeriggio e Sabato mattino solo su appuntamento

Asiago: presso Centro Giovanile - Via Matteotti n. 27
Bassano del Grappa: presso Servizi Sociali - Via Jacopo da Ponte 37
per consulenze il primo martedì del mese dalle ore 15,00 alle ore 19,00
Montecchio Maggiore: ex Scuola Pascoli - Via San Pio X
Schio: presso Informagiovani - Via Pasini 27
Orario informagiovani: lunedì mercoledì e giovedì dalle ore 15,00 alle ore 19,00 e mercoledì 10,00 - 13,00
Thiene: presso URBAN CENTER O.A.S.I. Europa - EURODESK PLD IT127
Comune di Thiene: Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili - Piazza Rossi, 26

Logo Csv Vicenza

Centro di Servizio per il Volontariato
della provincia di Vicenza
Contrà Mure San Rocco 37/A
36100 Vicenza
Tel. 0444 / 235308
Fax. 0444 / 528488
e-mail: info@csv-vicenza.org
volontariatoinretevicenza@pec.csv-vicenza.it
Sostenuto dalle Fondazioni di origine bancaria


© 2009 - 2017 Tutti i diritti riservati - Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Vicenza - privacy e cookie policy - accessibilità - mappa del sito